Il cambio di stagione, qualche consiglio per vestire i bambini

KIDSFLUENCERS

 Secondo le ultime ricerche sulle tendenze nel kidswear, a guidare i genitori millennial nella scelta dell’abbigliamento per i loro bambini sono soprattutto i social.

Prepara il tuo bambino al meglio per il cambio stagione!

 Finalmente è giunto il momento di riaprire le scatole e conservare maglioni di lana e cappotti pesanti! Ma la mezza stagione si sa, è uno di quei momenti capaci di metterci un po’ in crisi quando si tratta di vestire i più piccoli.

KIDSFLUENCERS

 Secondo le ultime ricerche sulle tendenze nel kidswear, a guidare i genitori millennial nella scelta dell’abbigliamento per i loro bambini sono soprattutto i social.

46%

Il 46% dei genitori intervistati afferma di consultare i social network principalmente per trarre ispirazione per gli acquisti. La piattaforma preferita è risultata Instagram, che viene sempre più impiegata anche dai cosiddetti “Kidsfluencers”.

In questo periodo infatti è importante aiutarli a difendersi dagli improvvisi cambi di temperatura. L’abbigliamento va studiato appositamente per non farli trovare impreparati a questo problema: se non li copriamo a sufficienza, c’è il rischio che si raffreddino. Ma d’altra parte, vestendoli troppo, potrebbero sudare di più, aumentando il rischio di ammalarsi. Vestire i bambini a strati è un’ottima soluzione per il cambio di stagione. Vediamo qualche consiglio!

Usate magliette, polo e cardigan da indossare e togliere facilmente, specialmente quando i bambini praticano sport o giocano al parco. In questo modo, quando iniziano a sentire caldo (meglio subito) possiamo fargli togliere la felpa o la giacca. Sceglietene una che sia facile da indossare e da togliere, per evitare capricci! I jeans sono un jolly, perfetti da utilizzare in qualsiasi situazione. In generale, cercate di scegliere capi in tessuti traspiranti, come il cotone, la lana leggera, il lino o la seta. Questi tessuti aiutano i bimbi a rimanere freschi e asciutti durante le giornate calde e permettono una buona termoregolazione del corpo.

Le scarpe meglio chiuse, con o senza lacci, ma che siano impermeabili, per evitare che alle prime piogge si possano bagnare i piedi saltando in una pozzanghera. Non dimenticate un cappellino leggero che aiuta a proteggere la testa dal sole e dal vento!

Si tratta di un trend iniziato in Cina e ora diffuso a livello globale che vede protagonisti dei bambini di massimo 16 anni, i quali agiscono come veri e propri influencer rivolti al target di più piccoli, soprattutto nel campo dei giocattoli e dell’abbigliamento.

In tal senso, la presenza sui social per chi vende abbigliamento bambino diviene sempre più ineludibile, ma ciò che è ancora più fondamentale è l’ideazione di una social strategy che sappia parlare a tutti quei genitori in cerca di ispirazione continua per i look dei propri figli.

Noi di Marbel

adoperiamo i nostri canali social come fossero un vero e proprio catalogo da consultare per ogni brand in portofolio, aggiungendo alla pubblicazione quotidiana di look anche un customer care attivo 24/7 per fornire risposte ai dubbi e alle domande dei genitori.

 Come sempre vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro sito dove potete trovare tutto ciò che vi occorre per rendere unico il look del vostro piccolo in ogni momento della giornata. Prepara il tuo bambino al meglio per il cambio stagione!